Attrice, autrice e regista teatrale, scrittrice e giornalista.

“Donne, è arrivato l’arrotino”

jonio winter park programma_testata
Anna Maria Bruni

Lame che trafiggono lame da impugnare: voci dall’altra metà del cielo. Questo il sottotitolo per il secondo spettacolo-recital della compagnia Out of Order, nata dall’incontro tra artisti del gruppo Arti Performative e del gruppo Musica di Grande Come una Città.

Dopo l’ordinanza della sindaca  Raggi che ha chiuso tutti i parchi di Roma il 22 dicembre scorso causa maltempo, tutti gli artisti avrebbero chiuso la settimana del festival torneranno in scena con i loro spettacoli per una nuova giornata all’insegna del lavoro artistico. Una data ancora in sospeso, che speriamo diventi anche la festa della primavera.

Abbiamo scelto le parole della canzone Endengered Species per introdurre il tema di questo secondo viaggio, perché qui diamo voce alle donne, alla ferita e alla volontà di riscatto che le accompagna.

E che accompagna noi, e il nostro percorso artistico. Donne e uomini insieme per ricostruire una comunità attraverso quella stessa volontà di riscatto, che passa per il riconoscimento e la valorizzazione di noi stessi, del nostro lavoro e delle nostre vite, come persone e come artisti. E lo vogliamo fare insieme a voi.

Per questo anche questa volta vi proponiamo di scrivere anche su questo tema, del resto connesso al “Mestiere di vivere”: un brano, una poesia, una canzone, un monologo, e di inviarlo a annamariabruni@gmail.com

Ricomporremo insieme altri spettacoli, fatti dei nomi e delle storie di tutti noi, a tappe, viaggiando attraverso tutto il territorio del III Municipio, perché dal nostro incontro nasca una nuova sorprendente creatività.

con

Maria Luisa Bigai
Anna Maria Bruni
Donatella
Patino
Marco
Testoni
Sabrina Zunnui

 

Endangered species – Specie in pericolo

Sono una specie in via d’estinzione
Ma non canto nessuna canzone della vittima
Sono una donna, sono un’artista
E so dov’è la mia voce
Io sono una donna ed esisto
Scuoto il mio pugno ma non i miei fianchi
La mia pelle è scura, il mio corpo è forte
Canto della riuscita
Non della vittima
Sono una specie in via d’estinzione
Ma non canto nessuna canzone della vittima
Sono una donna, sono un’artista
E so dov’è la mia voce
Hanno tagliato il mio sesso,
Mi legano i piedi
Il silenzio è il mio riflesso
Non ho lingua per parlare
Lavoro nei campi, lavoro in negozio,
Scrivo a macchina, lavo i pavimenti
Sono una specie in via d’estinzione
Ma non canto nessuna canzone della vittima
Sono una donna, sono un’artista
E so dov’è la mia voce
Il mio corpo è fertile, io porto vita
Droghe, carestia e guerra
Levali di mezzo
Mio marito può picchiarmi,
E’ il suo diritto, dicono
E lo stupro non è uno stupro,
Dicono che mi piace così
Sono una specie in via d’estinzione
Ma non canto nessuna canzone della vittima
E so dov’è la mia voce
So dov’è la mia anima
So a chi appartengo

 

Testi:

Massimario coniugale (da La scuola delle mogli, Moliere)
Luna di miele (da Ferite a morte, S. Dandini)
Medea (da Voci, C. Wolf)
‘Round midnight (F. di Giacomo)
Frida (da ¡Viva la vida!, di P. Cacucci)
Parlami d’amore (Donatella Patino e Sabrina Zunnui)
La cosa e il suo simulacro (da Diario in pubblico, E. Vittorini)
La misteriosa scomparsa di Wu (S. Benni)

Canzoni:

Endangered species (Diane Reeves)
Nanà (Marco Testoni)
Speak slowly please (Marco Testoni)

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow me on Twitter
Ultimi eventi
Prossimi eventi